Per quale squadra tiferanno gli italiani ai mondiali di Russia 2018?

L’esclusione orribile dell’Italia dai mondiali si fa sentire mai come in questo momento, a giochi ormai iniziati. Una strana mancanza di ovvio, di quotidiano, di diritto imprescindibile del tricolore pervade ogni vero tifoso. Non eravamo affatto abituati, pochi infatti hanno memoria dell’ultima esclusione avvenuta nel lontano 1958, significa che per 60 anni, l’Italia ha sempre partecipato alla competizione e che gli italiani, anno dopo anno, in più di mezzo secolo, hanno trasformato il semplice match degli azzurri in un vero e proprio fenomeno sociale, ricco di tradizione, unione tra famiglie e amici e buon cibo. Molto probabilmente per non far mancare quest’ultimo aspetto molti si sono organizzati adottando un’altra nazionale per seguire con un altro spirito i mondiali di Russia 2018 sempre aggiornati al sito hwww.bookmakerstranierionline.com . Ma quali sono le squadre predilette dagli italiani senza l’amata nazionale azzurra?

L’Argentina la più amata dagli italiani

Sembrerebbe proprio che la scelta per la maggior parte degli italiani sia caduta sulla celeste.  Forse l’amore per i vari Higuain, Dybala, Icardi, la passione per Messi, una nostalgia ancora e sempre viva per Maradona, hanno portato gli italiani a scegliere la nazionale Argentina per un supporto sincero ai mondial.

L’Islanda e il Belgio tra le prime outsider

Quella dell’Islanda è più una scelta di cuore e di sogno. Dopo aver dimostrato il proprio valore nell’europeo del 2016 la compagine del ghiaccio ha conquistato tanti cuori, sia per il calcio giocato che per l’attaccamento vichingo dei propri tifosi, pronti a tutto pur di vedere la propria squadra in cima ad ogni competizione a cui prende parte. Per l’espressione di gioco e per Mertnes, invece, la scelta di molti italiani che seguiranno i mondiali adottando la squadra belga ai mondiali di Russia 2018.

Una squadra africana

Tante le partecipazioni delle compagini del continente africano in questo mondiale. Vista anche l’esaltazione di beniamini come Salah, sono salite le quotazioni per tifare anche di una delle squadre tra Marocco, Egitto, Nigeria, Senegal e Tunisia.

Tutti d’accordo su chi non tifare: Brasile, Francia e Germania in testa

Qui, la scelta, che sicuramente c’è stata a piccole macchie sarebbe sgradita e suonerebbe come “alto tradimento”. Però tifare Brasile, Francia e Germania significherebbe allearsi con i nemici storici del calcio. Rinnegare le notti magiche sino al 2006, rinnegare l’urlo di Tardelli, la traversa di Di Biagio, il rigore di Baggio. Nelle gioie e nel dolore salviamo l’orgoglio di appartenere agli azzurri sempre, a non scendere mai a compromesso con gli avversari storici. Certo fa male non esserci, ma non esageriamo!

Di conseguenza, la speranza, è quella di mantenere invariato l’albo d’oro delle squadre che hanno vinto il mondiale: Brasile in testa con 5 e Italia e Germania secondi con 4, sperando che a vincere questa competizione sia un outsider, forza outsider!

Lascia un commento