Russia 2018: la Serie A rappresentata con 58 giocatori

Il record assoluto spetta alla premier League con 108 presenze, e a confermare l’attuale livello espresso dal calcio inglese c’è anche la presenza della Championship, la seconda divisione, che si trova al nono posto della top 10 di questa speciale classifica. Ma il primato in questa ed altre classifiche degli ultimi anni è certamente legata ad una differente filosofia di investimenti rispetto all’Italia. Siamo comunque degnamente rappresentati, almeno nelle cifre, con 58 giocatori, ovviamente, per cause ben note non giocatori italiani! Il podio oltre all’Inghilterra, anche in questo si completa con i campionati spagnolo e tedesco, una classifica più che ricorrente in molti ambiti, tra ranking Uefa, trofei e vittorie europee degli ultimi anni, come emerge dalle statistiche di  www.scommesselive.com.

I campionati più rappresentati in Russia

Nel dettaglio, la Premier è prima con 108 convocati e precede la Liga spagnola che si ferma a quota 48. Terza sul podio la Bundesliga tedesca con 62 giocatori  mentre la nostra Serie A è al quarto posto con 58 giocatori. Seguono la Ligue 1 di Francia con 47, la Premier-Liga di Russia a quota 36, la Professional League saudita a 30 e la Super lig turca a quota 22. Non posto per la championship e a chiudere la Liga messicana con 21 calciatori.

Serie A: la Juventus regina anche ai Mondiali

Tra le squadre della nostra Serie A, la più rappresentata è la Juventus con 11 giocatori che prenderanno parte alla competizione mondiale. I calciatori sono lo specchio perfetto del campionato appena concluso, perchè subito dopo la Juve c’è il Napoli con 6 giocatori. Segue il Milan insieme alla Sampdoria a 5, Inter Bologna e Torino sono a quota 4. 3 per la Roma e 2 per la Lazio nella capitale. Uno giocatore per squadra sarà in Russia delle compagini di Fiorentina, Genoa, Atalanta, Spal, Udinese, Crotone e Verona. Il club più rappresentato in assoluto è il Manchester City con 16 calciatori, davanti alle regine di Spagna: il Real Madrid a quota 15 ed il Barcellona a 14.

Oltre alla curiosità dei dati, alla magnificenza delle statistiche calcistiche, può essere una buona guida per noi spettatori in modo da scegliere quale compagine supportare, vista la malinconia e l’incredulità che ci pervadono totalmente, in questi mesti giorni!

 

Lascia un commento