A Rafael Nadal l’ultima partita che ha giocato, gli ha lasciato un brutto ricordo, sulla sconfitta di Roland Garros avuta da parte di Novak Djokovic. Per l’articolo del tennista e di come andata a finire la sua storia, su toprally.it  si può seguire ulteriori aggiornamenti sul giocatore Rafael Nadal e delle sue attuali condizioni Rafa Nadal, a Washington, giocando la partita, infatti si è fatto male al piede sinistro. Poi nel mese di Agosto, l’atleta ha eseguito un trattamento che a quanto pare è risultato molto invasivo, così che il giocatore oltretutto un pò anche afflitto dal suo problema, disse : “Chissà se riuscirò a tornare a giocare, ovviamente, ora necessito di prendermi tutto il tempo che mi occorre per riprendermi

Il suo ritorno

Infatti, l’atleta, Rafael Nadal con tanta fatica, e allenandosi ogni giorno in campo e in più anche molta palestra, è tornato a giocare andando fino ad Abu Dhabi. Con due sconfitte, dopotutto, Nadal è anche risultato positivo al Covid, dove ne era anche probabilmente contagiato addirittura il suo coach Moy. Nonostante tutto, il giocatore Rafael Nadal, anche qui, ha commentato la sua positività da covid, dicendo: “Ho preso il covid con sintomi molto forti per circa tre quattro giorni. Avevo dolori ovunque, compreso la febbre molto alta“. Dopo la quarenta, l’atleta, subito è partito diretto per Melbourne a giocare l’Atp 250 all’Australian Open. Di qui, Rafael Nadal,infatti ha vinto il trofeo che hacommentato così: ” Adesso vedremo in seguito come reagisce il mio fisico mentre giocherò le altre partite”. E allora, ecco che arrivato alla finale, vincendo Berrettini, Nadal si è emozionato scoppiando a piangere.

La malattia

Rafael Nadal, è dal 2005 soffre di una malattia rara dal nome Muller-Weiss. Una malattia congenita che avvolte lo costringe a fermarsi e avere grosse difficoltà. Oltre al tennis, cliccando qui si può trovare anche le news sulla Formula1. Infatti, con un investimento di 80 mila euro, è in programma l’obiettivo di rinnovare la pista che sarà sicura per i piloti e molto più confortevole anche per tutti i tifosi. Infatti quell’anno che vinse a Madrid, il tennista si sentì male, e  fu costretto comunque a fermarsi. Qui dove poi Nadal ancora disse: “Il giorno dopo che sono diventato campione qui a Madrid zoppicavo. Ho fatto delle analsi accurate e lì mi dissero che avevo questo problema allo scafoide”. In seguito poi, il tennista, Rafael Nadal, ha avuto ancora una volta un’altra ricaduta allo stesso piede che lo aveva bloccato anche nella città di Parigi. Non si conoscono mai i suoi tempi di recupero, poichè la malattia che ha Nadal non può avere un tempo che possa dire quando può tornare a giocare. Comunque, in quel periodo i medici, non sono riusciti a trovare delle soluzioni e gli diagnosticarono questa rara malattia che rappresenta una displasia dello scafoide, cioè una malformazione di una delle ossa nella parte centrale del piede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.