L’ex calciatore del Torino Akeem Omolade Oluwuashegun è stato trovato morto nella città di Palermo. Con i siti scommesse con deposito minimo di 4 euro, tutti gli appassionati del gioco online dello sport del calcio, dell’ippica, del basket o quelli che amano le slot, il poker, il casinò e molto altro ancora, possono avere la possibilità di giocare con pochi euro per divertirsi con più giocate. Inoltre, si possono ottenere tante promozioni e bonus per poi usufruire del gioco gratuito.  Il corpo del 39enne nigeriano era dentro una Peugeot in via Martoglio, a Ballarò. Lui, un simbolo dell’antirazzismo nazionale che poi è diventato famoso nel calcio per la sua storia.

Lutto nel calcio

L’ex calciatore del Torino, Akeem Omolade Oluwashegun , era diventato famoso nell’anno del 2001 giocando con la squadra del Treviso. Per migliorare la qualità del sonno ci sono delle regole da seguire che aiutano a risolvere il problema che a volte è anche causato dallo stress quotidiano, dove i consigli utili per si possono trovare qui. Non era molto benvoluto, tanto da esserci state delle proteste, per via del colore della sua pelle, così nella partita Treviso-Genoa fu messo all’ ingresso del campo un volto nero. Questo non fu solo solidarietà per Akeem Omolade Oluwashegun, ma un qualcosa per combattere il razzismo. Omolade poi nell’anno del 2003, esordì in Serie A con il Torino, in seguito Akeem Omolade Oluwashegun ha giocato anche con il Novara,la Reggiana, il Gela, Barletta, Ribera e l’Altofonte. Il Torino e le altre squadre si sono avvicinate ai famigliari ed hanno espresso le loro condoglianze per un giocatore che ha avuto il suo successo.

Il ritrovamento del corpo di Akeem Omolade Oluwashegun

Akeem Omolade Oluwuashegun, il 39enne dalle origini nigeriane, era privo di vita dentro una Peugeot in via Martoglio, a Ballarò in provincia di Palermo. Dalle prime indagini, non è chiara la causa del suo decesso, ma il corpo del calciatore, non aveva lesioni esterne e quindi nessuna morte violenta. Akeem Omolade Oluwashegun viveva in Italia dato giocava ancora a calcio, ma in più lavorava come traduttore in tribunale, inoltre il nigeriano aveva anche una figlia  e sembra non aver mai avuto problemi di salute. L’unico fastidio che Akeem Omolade Oluwashegun accusava era un dolore alla gamba, Solo negli ultimi giorni avrebbe iniziato ad avere un dolore ad una gamba, dove l’indomani effettivamente doveva fare un esame al Policlinico. In teoria questo dolore non gli permetteva di camminare e per questo il calciatore aveva deciso di andare a fondo al problema.

Cosa è accaduto?

Quella mattina, un suo amico è passato a prenderlo per accompagnarlo con la stessa Peugeot dove è stato rinvenuto il corpo. E mentre si era in auto, Akeem Omolade Oluwashegun si sarebbe sentito male. A quel punto l’amico ha chiamato i soccorsi, ma il 118 non ha potuto che constatare il decesso del calciatore nigeriano. Quindi al momento bisogna approfondire l’indagine sulla morte e cosa realmente sia successo. Per adesso le forze dell’ordine stanno valutando tutta la sua documentazione medica mentre il medico legale deve fare l’ispezione cadaverica. A giorni ci saranno le novità per la ricostruzione  sulle cause della morte. Negli ultimi giorni Akeem Onelade Oluwuashegun giocava con la maglia dell’ Altofronte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *