Pare che siano stati gli antichi romani a introdurre l’usanza di festeggiare nascite e matrimoni con i confetti: usavano i pinoli e le noci e li ricoprivano poi con il miele. Questo rito è quindi ampiamente consolidato per festeggiare le occasioni fondamentali della vita e, se vengono adottate le giuste strategie, un giorno importante come il battesimo può diventare ancora più memorabile.

Alla festa che segue alla cerimonia non si può fare a meno di allestire l’area del banchetto perché è proprio lì che parenti e amici si riuniranno per farvi le congratulazioni e dimostrarvi il loro affetto portando dei regali per il bambino.
Il tavolo della confettata è quindi un punto della stanza che sicuramente non passerà inosservato ai vostri ospiti, sia per le sue decorazioni sia per la scelta dei dolcetti che offrirete.

Non è necessario spendere cifre folli per realizzare la confettata, ci sono delle soluzioni fai da te che possono contribuire allo stesso modo al buon esito della vostra festa. L’attenzione per i dettagli è il fattore principale da tenere ben presente: si parte sicuramente dal chiedersi quale sia lo stile che si vuole adottare. Quanti e quali dolci vogliamo posizionare sul tavolo? A un certo stile corrispondono determinate dimensioni, forme e colori.

Come allestire il tavolo della confettata battesimo

Prima di tutto pensate al colpo d’occhio generale, a ciò che i vostri ospiti vedranno quando entreranno nella stanza: ci si deve soffermare allora su come il tavolo è complessivamente allestito e non passerà inosservato se vi organizzerete in modo accurato e originale.

Potreste per esempio collocare delle luci che lo percorrano e che valorizzino i vassoi: oltre ai confetti, è decisamente invitante e anche bello da vedere che disponiate sul tavolo caramelle e dolcetti di vario tipo, possibilmente di tonalità pastello; immaginate per esempio l’effetto di una tavolata piena di confetti, cupcake, marshmallow e lecca-lecca.
Sarebbe carino anche aggiungere delle torte in pasta di zucchero che richiamino le tonalità del rosa o del celeste, ancora meglio se riuscite a realizzarle voi stessi: la combinazione tra la creatività e il risparmio può portare gratificazione a voi ma anche dei risultati che tutti i vostri ospiti mostreranno di gradire. Li conquisterete ancora di più se collocherete sul tavolo un vassoio a più piani posizionando la torta in cima.

Si consiglia di non dimenticare di decorare anche i vassoi: pizzi, fiocchi e nastri contribuiscono sempre a dare quel tocco in più di festa; sono molto simpatiche anche le segnagusto scritte con caratteri che ricordano la scrittura dei bambini. Cercate di mantenere una coerenza tra i colori e i temi, di pensare al tavolo e al tempo stesso agli addobbi della festa, ai gadget e agli accessori.

Sacchetti per la confettata del battesimo

Confezionare dei sacchettini per i confetti è utile affinché gli ospiti possano portarli via una volta terminata la festa, quindi si tratterà di scegliere qualcosa che possa ricordare loro la giornata che trascorrerete. Il vostro sacchettino farà per lungo tempo da soprammobile nelle case dei vostri amici e parenti: una scelta di classe sarà ancor più apprezzata.

I confetti – solitamente di colore bianco, rosa o azzurro – possono essere inseriti in sacchettini di tulle, di cotone o di raso oppure dentro altre tipologie di contenitori come dei vasetti o delle scatoline. La fantasia è libera di esprimersi con l’aggiunta di fiocchi e di nastri.

A ogni sacchettino il suo utilizzo: solitamente i sacchettini di carta e le scatoline vengono usati per la confettata, mentre quelli di organza o di stoffa o di pizzo sono adoperati in particolare per racchiudere i confetti delle bomboniere. Si può dire che i centrini in pizzo non passino mai di moda, dato che continuano a essere una buona soluzione artigianale ed economica per contenere i confetti.

Quanti confetti in ogni sacchettino del battesimo?

In ogni occasione ci sono delle simbologie che si è soliti seguire: è il caso delle tonalità dei confetti, ma anche del numero di confetti da mettere dentro i sacchettini. Di norma sono dispari, per esempio tre come i componenti della famiglia se il bambino è il primo figlio della coppia.

Per quanto riguarda la confettata, invece, non ci sono regole o simbologie numeriche, anzi si può considerare che servirà all’incirca qualche chilo di confetti, calcolandone approssimativamente un centinaio di grammi a persona: ogni invitato deve teoricamente potersi servire più volte senza il rischio che qualcuno non ne abbia la possibilità.

Quando si acquistano i confetti per il battesimo su simielecakedesign.com, è inoltre caldamente consigliato fare mente locale delle possibili allergie dei vostri ospiti, così da offrire eventualmente una variante per loro.

Quali gusti di confetti vanno per la maggiore?

I gusti canonici e immancabili sono quelli alla mandorla e al cioccolato, ma nel tempo si sono diffuse anche altre tendenze in proposito. Alcuni scelgono i confetti alla frutta, per esempio i frutti di bosco, la banana, l’anguria, la pera, la fragola, e così via. Altri optano per lo yogurt o la ricotta. Chi vuole sperimentare qualcosa di più insolito, sceglie i confetti alla panna e cioccolato, alla rosa, al caffè o addirittura allo champagne, al peperoncino, al whisky o alla liquirizia; per gli amanti delle tradizioni locali, infine, ci sono le varianti dei confetti al babà e alla pastiera napoletana.

Tramite delle targhette gli invitati potranno orientarsi tra i vari gusti a disposizione: ogni tipo di confetto ha il suo sacchetto o la sua ciotola. Quali targhette usare per contraddistinguerli? Si possono acquistare su internet, ma anche in questo caso potreste lasciare libera la vostra fantasia e realizzarle da soli scrivendo a mano o con il pc.

Non meno importante è pensare anche a dove collocare il tavolo. Non c’è una posizione ideale in assoluto, anche se solitamente viene posto in un angolo della stanza, ma è sicuro quale sia il luogo dove sarebbe meglio non metterlo: è consigliabile infatti di non collocarlo accanto a un muro perché in questo modo i vostri ospiti non riuscirebbero ad accedervi da ogni lato e c’è il rischio che si formi qualche coda.

L’ultima tendenza: lo stile shabby chic

Non ci potrebbe essere moda più economica di questa, dato che mira a riscoprire come se fossero nuovi degli oggetti già utilizzati in passato. In che cosa consiste? Si tratta di collocare sul tavolo della confettata decorazioni quali fregi, intarsi e bugne; gli accessori consigliati sono le candele, i cuoricini, i nastri e le gabbiette. Se volete adottare questo stile, potreste mitigare il tutto con i colori bianco, marrone oppure grigio.

Si può confermare che è possibile organizzare la confettata per il battesimo con originalità ottenendo risultati soddisfacenti sia per voi stessi che per i vostri invitati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *