Un tempo, non troppo remoto, la caduta dei capelli era considerata un sinonimo di invecchiamento. Del resto, una chioma fluente è da sempre sinonimo di giovane età e di benessere. Ebbene, non è così. I capelli non cadono solo quando si invecchia, ma ci sono diversi fattori che ne possono provocare la caduta precoce, questo ci viene detto da Stefano Rogora, socio S.i.tri (società italiana di tricologia) e creatore di Blogcalvizie, qui di seguito il link al suo sito: https://stefanorogora.it/

Abbiamo sfatato soltanto il primo mito sulla caduta dei capelli. È necessario sfatarli tutti, così da avere una giusta conoscenza di quello che succede, al fine di riuscire a prevenire e curare la calvizie. Della perdita dei capelli, infatti, quello che fa più paura è la percezione degli altri. Spesso, assieme alla chioma fluente si perde anche l’autostima ed è per questo motivo che si deve avere prima di tutto una giusta comprensione di quello che sta accadendo e, in secondo luogo, si deve anche cercare di capire in che modo intervenire.

Un altro falso mito che va sfatato riguarda la caduta dei capelli legata solo all’alopecia androgenetica. Si tende, quindi, a pensare che nella maggior parte dei casi il tutto sia sempre ereditario e che ci sia ben poco da fare! Nulla di più sbagliato. Esistono, infatti, diversi tipi di alopecia e, soprattutto, sono diversi i fattori che fanno cadere i capelli.

Ad esempio, anche stress e disturbi ansiosi possono incidere sulla salute dei bulbi piliferi, portando alla caduta. Non sempre, quindi, è colpa dei geni e, soprattutto, non sempre si tratta di una situazione irreversibile.

Anche l’alimentazione scorretta, uno scarso apporto di vitamine e nutrienti, degli squilibri ormonali in fase di gravidanza o di menopausa, possono incidere in maniera negativa sulla salute dei capelli. Questo significa che è importante andare a individuare la fonte del problema, così da cercare di capire in che modo agire.

Prima di entrare nel merito del discorso e di andare a capire quali sono le migliori soluzioni contro la caduta dei capelli, è importante fare una piccola premessa. Sebbene esistano tanti luoghi comuni e falsi miti da sfatare, si deve sempre tenere presente che i capelli crescono circa 1 centimetro al mese. Non sempre, però, la durata della fase di crescita è uguale in tutti gli individui e, soprattutto, sono tante le cause esterne che la possono rallentare. Si deve altresì sottolineare che tutti i follicoli piliferi hanno un loro ciclo vitale. Quindi ci sono periodi in cui vengono prodotti capelli e anche periodi di riposo.

Alla luce di quanto detto, si deve anche specificare che esistono diversi rimedi contro la caduta dei capelli. Si parte dalle più note lozioni o fiale anti caduta e si arriva sino al Finesteride e al Minoxidil che, lo si deve ricordare, vanno prescritti da un medico e assunti sotto il suo controllo.

Naturalmente, l’unico modo per risolvere in maniera definitiva il problema è effettuare il trapianto di capelli, sfruttando una delle nuove tecniche che vengono oggigiorno utilizzate e che, rispetto al passato, sono migliori e meno dolorose. Questo è un vantaggio, poiché molte persone sono restie al trapianto, da sempre considerato come un’ultima spiaggia molto dolorosa e costosa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *