L’esterno del Milan dopo aver lisciato il sogno Europeo ha subito un intervento di ernia e si sta preparando per una nuova stagione da vivere come protagonista. Nella sua testa i pensieri sicuramente sono di gioia, di rivincita e anche di delusione. Quando si parla di europei, mondiali si pensa anche a scommettere sulle squadre e sui giocatori, il sito https://www.bettilt.org/ fa proprio al caso vostro.

Dopo la migliore stagione nella sua carriera siglata con 39 partite e due gol Davide Calabria ha con il Milan centrato la qualificazione in Champions. Su di lui Pioli ci ha sempre fatto affidamento. La delusione che ha provato è dovuta al fatto che Calabria avrebbe voluto partecipare all’Europeo con il gruppo di Mancini perché se lo sentiva di poter essere inserito. La sua prima convocazione il c.t. l’aveva fatta a novembre.

Purtroppo niente Italia

Mancini ha inserito Florenzi e Di Lorenzo e appena Davide ha capito che non avrebbe partecipato si è fatto l’operazione all’ernia inguinale. L’intervento lo ha fatto a fine maggio appena passata la partita con l’Atalanta che ha vinto.

Ora è previsto uno stop di almeno sei settimane. Il suo obiettivo ora è quello di riuscire a giocare un’altra stagione ad alto livello per poter essere chiamato nel 2022 al Mondiale. Vuole riuscire a convincere Mancini così da poter andare con la squadra in Qatar nei mesi di novembre e dicembre. Sicuramente troverà una forte concorrenza ma lui ci punta molto e lavorerà per ottenere un posto.

Giocatore affidabile per la squadra ed il Mister

Tornando indietro nel tempo e parlando degli anni 2013-2014 Davide aveva 18 anni ed era agli esordi nel settore giovanile del Milan. L’anno successivo con Inzaghi fa il suo esordio ma seguiranno due stagioni dove sarà in un limbo. Pioli ha detto “bravino ma….” Le difficoltà tra il giocatore ed il mister ci sono state “sicuramente non è stato facile giocare come voleva il mister, poi abbiamo parlato e sono riuscito a capire”.

Sicuramente la sua stagione è stata ottima considerando che è stato il primo della rosa in merito ai 67 palloni intercettati e come Theo 16 cross riusciti. Arriva secondo nei palloni rubati che sono 191, 21 passaggi chiave e 184 contrasti vinti. Per il c.t e per la squadra è una sicurezza nella fascia e nella prossima stagione con l’uscita di Donnarumma potrebbe essere tra i titolari rossoneri l’unico “canterano”

Calabria, la Champions e il Mondiale

Il battesimo europeo lo ha avuto nell’ottobre del 2017 con la partita Milan-Aek Atene 0-0 che fu una nuova versione dell’Europa League. In Champions, il gruppo Ancelotti, dieci anni prima piazzò tre gol nella porta dei greci. Davide ha avuto sempre un sogno, giocare con la sua squadra del cuore il Milan e ci è riuscito.

Con il duro lavoro e la crescita calcistica l’obiettivo è stato centrato e si è dimostrato nei confronti del club un giocatore affidabile giocando 151 partite e segnando 5 gol. Ora a 24 anni c’è la Champions ma ha sempre l’occhio puntato sulla lista di Mancini perché spera di andare nel 2022 in Qatar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *